Questa settimana nel blog dedicato alle ricette di Orazio vi parliamo di un nuovo piatto uscito da poco con il nuovo menu di primavera. Un piatto dai toni colorati in sintonia con la stagione. Parliamo delle tagliatelle home made al ragù di coniglio tagliato a coltello e finocchietto selvatico.

 

Partiamo raccontandovi le buone tagliatelle fatte con tanto amore e grazia, quelle caratteristiche abbinabili per tradizione alle nonne venete, impegnate in cucina già dalle prime ore del giorno. Per farle utilizziamo farina 00, semola, uova e molti tuorli. Al composto per la preparazione della pasta aggiungiamo un filo di olio e qualche pizzico di sale. Un’ora di riposo e poi si passa alla tiratura a sfoglia dell’impasto e in seguito, dopo averla adagiata e piegata, viene tagliata a coltello in lunghe striscioline. Successivamente viene raggomitolata creando dei nidi di pasta, coperta con una pioggia di semola e lasciata a riposare per l’essiccatura.

 

Nel frattempo, passiamo alla preparazione del coniglio. Vi consigliamo sempre di acquistare conigli di ottima qualità. Il nostro viene prima di tutto disossato con tanta attenzione e pazienza e poi si taglia a piccoli cubetti a coltello.

Si prepara la pentola con un fondo di olio, poi aggiungiamo il coniglio e inseriamo il nostro sale profumato agli aromi, pepe, un goccio di brandy e si finisce il procedimento con un po’ di vino. Inseriamo al suo interno anche un pezzetto di etamina con rosmarino, salvia, alloro, bacche di ginepro, chiodi di garofano e timo. Da questo momento inizia la cottura vera e propria del coniglio (circa un’ora e mezza) facendo attenzione ad aggiungere ogni tanto del brodo vegetale.

 

A parte, invece, prepariamo le verdure: cipolle, sedano e carote vengono tagliate a cubetti e saltate in padella separatamente (lo facciamo perché i tempi di cottura di ciascuna verdura è diversa una dall’altra). Quasi a fine cottura del coniglio vengono aggiunte le tre verdure e si porta ad ultimazione la cottura del ragù.

La preparazione delle nostre tagliatelle al ragù di coniglio e finocchietto selvatico: si mette una quantità di ragù di coniglio in una padella antiaderente con un po’ di burro, in seguito inseriamo le tagliatelle cotte in abbondante acqua bollente salata. Si fa saltare il tutto e alla fine si aggiunge il finocchietto selvatico che completa il piatto sprigionando un profumo delicato e in sintonia con i colori del piatto.

La ricetta come vedete non è per nulla difficile, basta armarsi di santa pazienza e scegliere solo materie di prima qualità. È un piatto del benessere che fa bene a grandi e piccini.

Se volete prima provare e poi sperimentare, vi aspettiamo per l’assaggio!